Dovresti allenarti allo stesso modo, estate e inverno?

Se a volte trovi complicato dover sempre fare sessioni hardcore, che inizi persino a sentirti in colpa per non esserti dato il 100% sotto le sbarre in determinati periodi, questo articolo è lì per te.

Per molto tempo ho creduto che la qualità della mia formazione fosse definita solo dal mio livello di motivazione. So che questa conclusione è piuttosto semplicistica e altamente irragionevole. So che anche il recupero, l’alimentazione e lo stress quotidiano sono elementi che possono guidare la qualità di un allenamento.

Ma io rimango convinto, e chi si allena già da tempo mi capisce, potremmo essere esausti , forse abbiamo mangiato male, eppure siamo al 110% in palestra, le prestazioni ci sono.

WatchFit - Everyone Needs a Fitness Buddy

Ma perché funziona? Dovrei essere stanco normalmente!

Ho una “teoria” sull’argomento, è stata anche una delle discussioni molto interessanti che ho avuto con il mio amico Christophe Carrio.

Ci sono sicuramente periodi dell’anno in cui la nostra fisiologia sfugge al nostro potere di controllo. Vale a dire, non possiamo avere un modo di agire sul nostro stato di forma durante l’allenamento, non possiamo regolarlo né con la dieta né con il sonno…

Come se ora non fosse il momento in cui il mio corpo aveva un interno orologio che mette il corpo in modalità “ristretta” per 2 mesi all’anno. Per me questo periodo è quando siamo, in pieno inverno, e la forma ritorna quando le giornate iniziano ad allungarsi lentamente.

Avendo parlato con molti atleti, tutti trovano una definizione in questo periodo dell’anno in cui la forma è più bassa, uno dei miei amici trova che “in inverno le sbarre sono più pesanti a causa del freddo” è il suo modo di visualizzare la sensazione in modo positivo perché non si dice “Ho meno forza, sono le sbarre che sembrano più pesanti”.

Errore mio quando ho iniziato

Come te forse, sono ed ero un “pazzo” in palestra, se la mia forma e la mia forza diminuissero, mi farei violenza per andare ancora più avanti di intensità. Il problema è che ho trascinato la fatica non per 2 mesi invernali ma fino a metà estate…

Sono convinto che in questo periodo dell’anno in cui sono più debole, devo allenarmi per farmi piacere ma soprattutto per cercare di preservare me stesso. Siamo cresciuti in case o appartamenti, dove d’estate e d’inverno ci sono 22°C. Non prendiamo realmente in considerazione le variazioni esterne perché non le sperimentiamo direttamente. È certamente soggetto a critiche, ma il letargo (moderno) potrebbe non essere una cattiva idea per progredire o rimanere in allenamento a lungo termine senza stancarsi troppo.

WatchFit - 5 steps to a fitness competition diet that will ...

La mia definizione di ibernazione moderna

Con le mie numerose letture sulla funzione cerebrale, la motivazione, la forma fisica o semplicemente la psicologia in generale, sono arrivato a capire che possiamo realizzare cose straordinarie con la pura forza dei nostri pensieri, delle nostre azioni e del nostro corpo, MA dobbiamo anche permettere periodi di riposo, noia e ritiro.

Dato che alcune cose sono obbligatorie come il lavoro, devo mettere il pilota automatico al massimo delle cose nella mia vita, in questo periodo non cercare di fare grandi progetti (muoversi , lavoro, concorrenza, ecc.). Aumenta il tempo di sonno se possibile (questo è sempre possibile con una buona organizzazione). Mangiare di stagione, zuppe calde, carne grassa a volte. Accetta di mettere su un po’ più di grasso, anche se gli addominali sono meno visibili. Pratica sì, ma senza cercare di superare questi obiettivi o eseguire. Cogli l’occasione per imparare la meditazione (guarda il mio video sulla mia tecnica di meditazione) o l’ipnosi per rafforzare uno stato di rilassamento e recupero.

Per concludere, smetti di sentirti in colpa se hai meno energia durante un certo periodo di tempo , non cercare di fare di più perché ti esaurirai per il resto dell’anno. Se prendi sul serio l’anno, hai il diritto di concederti un letargo moderno.