Delta posteriori – Il metodo di allenamento

La parte posteriore del muscolo deltoide è visibile solo dalla parte posteriore. Quindi: e non vale la pena “sbrigarsela” se non sali sul palco?

Niente affatto: il delta posteriore, proprio come il delta centrale, è responsabile della rotondità delle spalle. E se sei in ritardo nello sviluppo, le ambite “palle” sulle tue spalle, non puoi vedere.

Anatomia e funzioni del muscolo deltoide

Il muscolo deltoide è una matrice molto solida: le teste anteriore, posteriore e media (spesso chiamata anche testa esterna o laterale) possono essere distinte in modo molto condizionale.

Invece, possiamo parlare dei fasci anteriori, posteriori e medi (esterni) delle fibre muscolari. Sono i bundle, non solo un bundle, come si dice spesso.musculação para iniciantes

In futuro, faremo riferimento alle travi anteriore, centrale e posteriore come solo deltadavanti, al centro e dietro , anche se questo non è del tutto corretto. Il muscolo deltoide è compreso nel lavoro quando il braccio è sollevato davanti ad esso (per questo movimento le travi anteriori si incontrano), divaricate (travi centrali) e nel piano orizzontale (travi posteriori).

Inoltre, le travi anteriori partecipano alla rotazione della spalla (puoi osservare questa partecipazione facendo flettere la mano con i manubri) e aiutano anche con le prestazioni di movimento del movimento.

La pendenza dei delta posteriori

Citeremo i risultati di un interessante studio, datato 2002.

Secondo lui, il delta anteriore nei bodybuilder è circa cinque volte più grande dell’abitante medio del pianeta Terra, la media è tre volte più grande, ma la parte posteriore, sebbene anche più grande, ma solo il 10-15 percento. E se è così, il delta di poppa riceve molta meno carica rispetto alle due “sorelle”. C’è qualcosa di sbagliato in questo, non credi?

Questa affinità diventa chiara se ricordiamo come viene solitamente costruito l’allenamento per le spalle. Il programma di esercizi principale, di base, per qualche motivo è considerato una panca a pressione verticale. Tutto il resto è come “isolamento”. E, per isolare gli esercizi, di solito li tratta con un leggero disprezzo.

Si ritiene che la pressione verticale della barra toracica trascini maggiormente il raggio anteriore del muscolo deltoide, ma se si premono i manubri o la stessa barra, ma a causa della testa, l’accento verrà trasferito al delta  dal centro e persino dadietro .

Costretto a deluderti: nel secondo e nel terzo caso, la parte del leone della carica ricadrà nel delta anteriore, proprio come nel primo. Anche la stampa di Arnold non lesina sulla situazione. Cosa dovrei fare? La risposta è ovvia: usa altri esercizi. Per prima cosa, solleva i manubri dai lati.

La base del programma delta posteriore è l’elevazione attraverso i lati in pendenza

Vero, nitido, porta il delta posteriore, non tutte le elevazioni dai lati, ma solo quelle in cui inclini il corpo in avanti (orizzontale).

L’opzione predefinita è che ti pieghi finché la parte superiore del corpo non diventa parallela al suolo . Per allentare la tensione in vita, durante l’esercizio è necessario indossare una fascia per il sollevamento pesi (o) o ancora meglio – appoggiare la fronte su un qualsiasi supporto: ad esempio, il bordo di una panca inclinata.

Mantieni la schiena perfettamente liscia in questo caso, non solo non è necessario, ma non è nemmeno necessario: è con un leggero arrotondamento della schiena in modo che la parte delta posteriore abbia più carico.

Pre Workout Booster kaufen - Bodybuilding und Muskelaufbau

Puoi alzarti e sederti, appoggiando il corpo sui fianchi. È vero, non tutti ricorreranno a una variante dello stomaco; possono anche interferire con una flessibilità insufficiente nella parte bassa della schiena.

In alternativa, puoi sdraiarti su una panca inclinata (angolo di inclinazione – 20-45 gradi), appoggiare i calzini sul pavimento ed eseguire sollevamenti laterali. Minore è l’angolo dello schienale, maggiore sarà il carico sulla porzione delta posteriore .

A proposito, puoi provare a sederti su uno sgabello inclinato non rivolto verso il basso, ma invece appoggiandoti sul cuscino con la schiena. L’angolo di inclinazione va scelto uguale a quarantacinque gradi e lavorare con manubri non troppo pesanti.

In questo caso, la carica principale cade nella porzione delta centrale, ma molto raggiungerà la parte posteriore.